TOMAHAWK 96

Il Tomahauwk 96, prende forma dalla naturale evoluzione degli studi sulle carene di tipo Axe-bow all’interno della Dynaship Yacht Design, portati avanti con l’obiettivo di sviluppare una linea completa di navi da diporto, basate sul concetto degli explorer.

Ispirandosi all’Axe-Bow, e contenendo al suo interno i principi base di un explorer, il progetto è focalizzato sul concetto di seakeeping, caratteristica significativamente migliorata grazie al particolare design della prora, che consente di limitare drasticamente il livello delle accelerazioni verticali, migliorando notevolmente il comfort di navigazione.

IL CONCEPT
TMK_concept_17-05-2018_02
Il Tomahawk 96 è stato sviluppato attorno al concetto di convivialità e ciò ha influenzato diverse scelte, anche estetiche.

Per ciò che concerne il layout si è optato per portare le zone più conviviali a poppa dove, un’ampia doppia scalinata a due livelli ci conduce al main-deck con la zona piscina/prendisole principale. Il garage con i sea-toys si trova al di sotto di tale zona. Dal Main Saloon del Main-Deck si accede, attraverso un’ampia scala elicoidale al secondo salone con terrazze. Da qui a prua si susseguono poi gli ambienti più privati della nave con la zona vip e guests.

 

  • Sezione funzionale

    Sezione funzionale

  • Salone Principale Inferiore

    Salone Principale Inferiore

  • Vista di poppa

    Vista di poppa

Al ponte superiore troviamo, a poppa, un’altra zona conviviale con la zona pranzo all’aperto, e più a prua, separata dalla colonna distributiva verticale che attraversa tutti i ponti, la suite armatoriale. Ancora più a prua la zona elicottero, con la pista di atterraggio espandibile ed il vano per il ricovero dell’elicottero stesso. Ai ponti superiori troviamo il ponte di comando ed il fly, altra importante zona conviviale.

IL DESIGN
TOMAHAWK 96_exterior_img 01

Partendo dal presupposto che correva l’esigenza di realizzare un explorer, che implica per sua stessa natura, una navigazione di lungo raggio in cui, in condizioni meteo-marine avverse, non si può trovar riparo, ma debbono essere affrontate, la carena Axe-Bow appariva la soluzione ideale. Il progetto è necessariamente focalizzato, perciò, sul concetto di seakeeping, caratteristiche significativamente migliorate grazie al particolare design della prora, che consente di limitare drasticamente il livello delle accelerazioni verticali, migliorando notevolmente il comfort di navigazione.

  • Vista di poppa

    Vista di poppa

  • Vista di prua

    Vista di prua

  • Vista dall'alto

    Vista dall'alto

  • Vista di poppa

    Vista di poppa

  • Dettaglio di poppa

    Dettaglio di poppa

  • Ponte Principale

    Ponte Principale

  • Ponte Uno

    Ponte Uno

  • Ponte Due

    Ponte Due

  • Le piscine minori

    Le piscine minori

E’ necessario offrire risposte intelligenti ad un mercato colto che oggi ama andare diretto verso l’obiettivo.

Nell’ambito della committenza moderna gli armatori sono sempre più esigenti: spesso oggi la nave è anche un modo per fare delle vere e proprie crociere con lunghi trasferimenti, sia verso i fiordi Norvegesi quanto per fare un bel bagno a Saint Martin.

VISTE GENERALI
  • Vista laterale

    Vista laterale

  • Vista frontale e Vista posteriore

    Vista frontale e Vista posteriore

  • Vista superiore

    Vista superiore

SPECIFICHE TECNICHE
Altro fondamentale effetto indotto dell’utilizzo di tale tipologia di carene, è l’aumento della linea di galleggiamento, che, in concomitanza con la finezza delle linee d’acqua, genera una minor resistenza alle alte velocità con un relativo notevole abbassamento dei consumi.

Per quanto concerne la velocità di crociera, si potrà pensare a velocità sostenute con una navigazione più sicura e consumi irrisori. Per ciò che concerne i consumi, per l’appunto, si prevede una propulsione diesel elettrica che, sfruttando le coppie elevatissime dei motori elettrici, rende i consumi molto più livellati. Tutto ciò con una autonomia ad emissioni zero di circa 240 minuti a 10 knt da utilizzare per entrare in aree protette interdette alla navigazione ad idrocarburi. 

LANGUAGE